web page builder software


il ruolo della BIBLIOTECA

Il manifesto IFLA/Unesco sulle biblioteche pubbliche identifica la biblioteca pubblica come il centro informativo locale che rende prontamente disponibile per i suoi utenti ogni genere di conoscenza e informazione, e prosegue stabilendo che:  

Ogni fascia d’età deve trovare materiale rispondente ai propri bisogni. Le raccolte e i servizi devono comprendere tutti i generi appropriati di mezzi e nuove tecnologie, così come i materiali tradizionali. L’alta qualità e la rispondenza ai bisogni e alle condizioni locali sono fondamentali. I materiali devono riflettere gli orientamenti attuali e l’evoluzione della società, così come la memoria dell’immaginazione e degli sforzi dell’uomo. Le raccolte e i servizi non devono essere soggetti ad alcun tipo di censura ideologica, politica o religiosa, né a pressioni commerciali.

Inoltre, le Linee guida IFLA per i servizi bibliotecari ai bebè e ai piccolissimi entro i tre anni, nell'asserire che 

Nel contesto dell’apprendimento familiare e della formazione continua, l’accesso dei bambini al di sotto di tre anni, gratuito e senza ostacoli, alle biblioteche pubbliche è un diritto essenziale e permette di sostenere il futuro apprendimento della lettura, della scrittura e del calcolo.

citano il Programma Nati per Leggere quale buona pratica per conseguire i risultati auspicati:

"Apprendere l'amore della lettura attraverso un dono: un adulto che legge una storia" è l'obiettivo del progetto nazionale italiano Nati per Leggere promosso fin dal 1999 dall'Associazione Culturale Pediatri, l'Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Salute del Bambino. Scopo del progetto è promuovere l'alfabetizzazione precoce ed emergente attraverso la lettura ad alta voce e le letture condivise in famiglia cominciando fin dal primo anno di vita. E' un'opportunità per contribuire al benessere del bambino, incoraggiare lo sviluppo del linguaggio e stabilire una relazione tra i genitori e i loro bambini. I pediatri dell'organizzazzione sanitaria pubblica sono preparati per offrire ai genitori durante le visite di controllo dei bebè tra sei mesi e sei anni consigli sull'importanza della lettura ad alta voce. Dove possibile si regala un libro nuovo al bambino durante ogni visita e i genitori sono invitati a frequentare la biblioteca. Molte biblioteche in tutto il paese hanno sviluppato i loro servizi, le raccolte di libri e le attività per i bebè e i loro genitori, per sostenere la prima naturale esperienza di lettura dei piccoli e per nutrirla con diverse attività.


[Linee guida per i servizi bibliotecari ai bebè e ai piccolissimi entro i tre anni, AIB 2008, ISBN 978-88-7812-1-87-4 , pag 26]

I bibliotecari che desiderino adottare il Programma Nati per Leggere quale strumento di implementazione delle linee guida IFLA possono:


- allestire spazi adeguati per l'accoglienza dei piccoli lettori e dei loro genitori in biblioteca

- costituire un'adeguata offerta libraria per bambini in età prescolare

- promuovere la conoscenza delle proposte di lettura adatte ai bambini più piccoli

- relazionarsi con i genitori spiegando loro i benefici della lettura, aiutandoli nella lettura e nella scelta dei libri

- praticare la lettura e rendere consueti gli incontri di lettura in biblioteca e in altri contesti

- sensibilizzare sull’importanza della lettura in età prescolare genitori, operatori, amministratori locali.


Gli operatori, attraverso i promotori locali del Programma NpL (l'insieme degli organismi istituzionali, il privato sociale e le associazioni socio culturali che costituiscono la rete locale e promuovono il programma), avranno a disposizione:


- i libri in edizione speciale per Nati per Leggere e Nati per la Musica, pensati per farne dono ai bambini durante i bilanci di salute pediatrici;

- la bibliografia Nati per Leggere: una guida per genitori e futuri lettori che fornisce utili consigli sui libri da acquistare per dotare il presidio NpL dei libri di qualità adeguati alle tappe evolutive del bambino;

- i materiali di comunicazione (manifesto e locandina con il logo di Altan) e informativi in italiano e in numerose altre lingue (i pieghevoli per i genitori);

- le magliette e le borse con il logo di Nati per Leggere;

- i format grafici personalizzabili per promuovere le iniziative locali NpL e gli eventi organizzati durante la Settimana nazionale Nati per Leggere.


La biblioteca che desideri attuare il programma NpL può far partecipare i bibliotecari al Corso Multidisciplinare NpL (affidato al CSB - Centro Salute del Bambino). Il corso fornisce una conoscenza approfondita del Programma e del ruolo della biblioteca e dei bibliotecari all’interno della rete locale, e gli strumenti per selezionare libri di qualità e destinarli a fasce d’età specifiche. Al termine del corso viene rilasciato un attestato di partecipazione e si diventa Operatori NpL.

Condividi questa pagina!