La campagna NpL che celebra la lettura di relazione

"Leggimi perché..."© è la campagna nazionale promossa da Nati per Leggere per promuovere la lettura in famiglia.

Attraverso le parole dei libri la relazione tra genitore e figlio si intensifica, essi entrano in contatto e in sintonia grazie al filo invisibile delle storie e alla magia della voce. È questo il cuore di Nati per Leggere, fornire ai genitori gli strumenti per consolidare un legame indissolubile con il proprio bambino.

Il claim è stato lanciato per la prima volta nell'ottobre 2014, in occasione dei 15 anni di Nati per Leggere e in due anni è diventato un segno identificativo del Programma.

In occasione del 5 marzo 2016,  giornata internazionale della lettura ad alta voce, Nati per Leggere ha celebrato per il terzo anno la lettura di relazione, #abassavoce, coinvolgendo le famiglie nateperleggere di tutta Italia.

Ai fan della pagina Facebook Nati per Leggere è stato chiesto di completare il claim "Leggimi perché..." con una frase in linea con la missione del Programma e che ne sottolineasse i principi fondamentali.

La redazione Nati per Leggere ha poi scelto le proposte migliori che sono diventate parte dell'omonima campagna.

Dieci buoni motivi per leggere assieme ai nostri bambini

"Dieci buoni motivi per leggere assieme ai nostri bambini", è il Manifesto di Nati per Leggere, scritto in collaborazione con l'Associazione Italiana Editori, e presentato in occasione della Fiera Tempo di Libri.

I perché proposti nel decalogo riflettono alcuni dei benefici, sia per la salute (leggimi perché mi fa bene) sia relazionali (leggimi perché così stiamo insieme) della lettura condivisa e i principi su cui si fonda la missione di Nati per Leggere.

Dal ricordo al piacere di ascoltare la voce di un adulto che legge, dall'importanza della ripetizione (leggimi perché ogni volta è diverso) alla richiesta di nuove storie(leggimi un altro libro) fino ad arrivare al decimo punto che chiude il cerchio e rilancia: "leggimi che ti chiedo perché", una contro domanda che i bambini fanno sempre, che stimola la riflessione e il dialogo con l'adulto che legge.

All'interno del decalogo non solo motivi e perché, ma anche un segnale forte di inclusione: il titolo infatti sottolinea "nostri" bambini, per indicare che Nati per Leggere è un programma di comunità e di coesione sociale, un vettore di cambiamento per i territori che, da quasi vent'anni, grazie all'impegno di operatori e volontari, contribuisce a colmare le distanze e coinvolgere tutte le famiglie, specialmente quelle più difficilmente raggiungibili e vulnerabili.

Scarica qui il Manifesto! (in bassa risoluzione)

Puoi appenderlo a casa, in ambulatorio, in ospedale, in biblioteca, al nido o alla scuola dell'infanzia, per garantire e diffondere il diritto alle storie delle bambine e dei bambini!

Si ringrazia Pierdomenico Baccalario per il sostegno nella stesura.

 

I "leggimi perché..." delle famiglie nateperleggere

Segui NpL sul web

facebook rss youtube