Valutazione dei corsi

Tutti i percorsi formativi hanno i requisiti di qualità formativa, richiesti tra l'altro anche dall'AIB, che fanno capo all'European Qualification Framework (EQF) e che devono comprendere 4 fasi:

analisi dei bisogni e disegno del corso;
erogazione e fruizione del corso;
valutazione e follow up del corso;
prova finale e certificazione dell'apprendimento.
(Ulteriori riferimenti alla pagina http://www.aib.it/struttura/osservatori/osservatorio-formazione/ofc/)

La valutazione della formazione quindi riguarda aspetti diversi. Innanzitutto occorre esplorare con il richiedente della formazione quali siano gli obiettivi specifici della stessa e le caratteristiche dei partecipanti. Il committente viene invitato a fare una selezione dei partecipanti che rispecchi gli intenti e le finalità della formazione. Quindi, stipulare un patto formativo con il committente che riguarda le tempistiche, l'erogazione e la valutazione è opportuno per chiarire il ruolo e gli impegni degli attori della formazione.

Strumenti

Al termine dell'evento formativo vengono utilizzati dei questionari di autovalutazione che i partecipanti compilano indicando anche un punteggio generale di gradimento.

I questionari vengono poi analizzati e viene data una restituzione da parte del formatore al committente.

Dopo un certo periodo dall'evento formativo è opportuno avere un feedback sulla ricaduta dello stesso sul territorio. 

Segui NpL sul web

facebook rss youtube